Non ci credo

Come detto nel titolo “Non ci credo”  ma il blog credo serva a dar voce anche ai pettegolezzi perché se non sono fondati ci si ride su e si evita un equivoco che si estenderebbe a macchia d’olio se invece fosse vero…

I fatti: Una bambina della IV-B, poverina, si è fratturata una gamba ed è ingessata in modo importante tanto da non permettere alla piccola di raggiungere la classe al I°piano. Per fortuna c’è l’ascensore (funzionerà?) ma risulta che il personale ATA non sia disponibile all’utilizzo quindi sembra che la soluzione sia invertire la IV-B con (forse) la IV-A al Piano Terra.

Io sono certissimo che le cose non stanno così e questa voce se non è infondata sarà quanto meno incompleta ma se corrisponde al vero credo dovremo chiedere spiegazioni in primo luogo per capire le ragioni del personale ATA ed in sub ordine se ha senso spendere soldi della comunità per dotare le scuole di soluzioni “intelligenti” che vengono “superate” da altre soluzioni “più intelligenti”e pragmatiche. Nel caso almeno risparmiamo questi soldi! Attendo vs osservazioni e commenti.

Saluti

Mauro Zangirolami

Annunci

Un pensiero su “Non ci credo

  1. Buonasera Mauro
    sono il papà della bambina della IV B e la ringrazio per il Suo interessamento.
    Confermo la Sua certezza.
    Le cose di fatto non stanno così. Ho sempre avuto la massima disponibilità e collaborazione da parte del personale ATA a cui Lei fa riferimento e mai avuto sentore del contrario, pertanto ritengo inutile qualsiasi altra interpretazione delle circostanze.
    I motivi per cui si è reso necessario il cambio di classe mi sfuggono, presumo :
    1- l’esistenza di scalini in salita ed in discesa della Biblioteca che dividono il tragitto tra l’uscita dell’ascensore e la classe?;
    2- Impossibilità di usufruire dei servizi igienici con stumenti compensatiivi come “sedia a rotelle” ? (ma non a causa di indisponibilità di personale ATA) ;
    3- L’Ascensore funziona?

    Ritengo che le valutazioni da fare siano altre e ne converrà con me…è una scuola a misura di “bambino diversamente abile”?

    Una risposta ovvia dato le circostanze, ma ancor più… quali sono le soluzioni inteligenti a cui fa riferimento, io nel nostro Istituto non ne vedo troppe!!!

    Sicuramente non riesco a vedere … e che gran mal di schiena!!!

    cordialità

    Fabio Zazzara

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...